Juventus, ko last minute Dopo la rimonta il rigore-beffa

  • Champions League

CALCIO A pochissimi secondi dal miracolo. La Juventus abbandona la Champions League dopo essere stata capace di portarsi sul 3-0 al Bernabeu. Poi, in pieno recupero, un salto in cielo di Cristiano Ronaldo ha fatto sì che Lucas Vazquez subisse untocco da dietro di Benatia: l’arbitro Oliver ha fischiato il rigore (non uno scandalo) ed espulso un furibondo Buffon, prima che lo stesso CR7 segnasse dal dischetto l’1-3 utile per mandare avanti i Blancos. Partita pazza, insomma. Con una Juve meravigliosa quasi sempre, andata in vantaggio dopo un paio di minuti con Mandzukic (assist di Khedira), capace poi di raddoppiare con lo stesso croato (Lichtsteiner da destra, cross al bacio) nel primo tempo, prima di pareggiare i conti dell’andata con una rete di rapina di Matuidi. Il Real? Poca roba. Bianconeri in controllo quasi sempre, attenti e pungenti. Con i supplementari dietro l’angolo, svaniti di un nulla. E Buffon che probabilmente termina la sua carriera in Champions con un cartellino rosso che non rende onore alla sua carriera.

Domenico Latagliata

Articoli Correlati
Champions League

Valencia-Juve 0-2CR7, rosso ingiusto e lacrime

Al Mestalla 2-0 per i bianconeri. CR7 esce in lacrime per il primo rosso (dubbio) in Champions
Champions League

Real Madrid-Roma 3-0Al Bernabeu non c'è partita

I giallorossi rimediano un ko e devono ringraziare il portiere Olsen se il risultato non è più tondo. Oltre al risultato, una prestazione che non convince
Champions League

Juve di scena a ValenciaStangata su Douglas Costa

Bianconeri in Spagna per la prima europea con un CR7 che scalpita. Il brasiliano invece squalificato per quattro giornate dopo il gestaccio a Di Francesco