Il Dottore non perdona Anatema su Marquez

  • MOTOGP

MOTOGP Rossi-Marquez, atto secondo. «Non accetto le scuse, spero che mi stia proprio lontano da me e che non mi guardi più in faccia», aveva detto dopo il Gp d’Argentina il pilota pesarese, «lui viene a scusarsi davanti alle telecamere ma non è mica sincero, la volta dopo fa uguale - ha aggiunto il pilota della Yamaha - ci vuole almeno un pizzico di rispetto». Al centro della contesa  una (nuova) manovra al limite del consentito per Marc Marquez nel Gran Premio di Argentina costata una caduta a Valentino Rossi. Lo spagnolo però anche ieri si è difeso: «Non mi è mai successo di far cadere apposta un rivale». A gettare acqua sul fuoco ieri è stato Giacomo Agostini, pilota più titolato della storia  del motomondiale. «Non è vero che Marquez punta alle gambe, lo scontro di ieri con Rossi è successo a tutti -ha detto Agostini -Marquez non deve essere  squalificato, è stato già punito in gara, una gara che ha buttato via con la penalizzazione che ha avuto alla fine». 

Articoli Correlati

Rossi scivola ed è beffatoTrionfo italiano in Moto2

A Sepang vince ancora Marquez. Trionfo per Bagnaia e Luca Marini, fratello del "Dottore”

Vinales Re d'AustraliaIl Dottore è solo sesto

Lo spagnolo arriva davanti a tutti al traguardo nel Gran Premio d’Australia nella classe Motogp, dopo 25 gare senza successi per la Yamaha

Marquez, 7° titolo iridatoIl campione dei record

A Motegi vince il mondiale con tre gare di anticipo