Tutti a scuola ma con il panino

  • Torino/Mense scolastiche

TORINO «Il 28,34% degli studenti della scuola dell’obbligo  scelgono il pasto da casa a scuola». Lo sottolinea il comitato “CaroMensa Torino” dopo aver ricevuto le informazioni fornite dalla Divisione Servizi educativi del Comune all’istanza presentata dal consigliere della Lega, Fabrizio Ricca.

«Nel mese di gennaio, in fase di assestamento (delle iscrizioni, ndr), il numero di iscritti al servizio di ristorazione scolastica nella scuola dell’obbligo ammonta a 27.897, mentre quello degli utenti che consumano il pasto domestico nei locali scolastici nel secondo quadrimestre è pari a 7.906».

Quasi un bambino su quattro porta da casa un pasto per non pagare un servizio ritenuto molto costoso.

«Invitiamo a riflettere chi di dovere sulle tariffe, sulla qualità e anche sulla scelta politica di andare in causa in Cassazione», sottolinea il comitato.

L’amministrazione Appendino ha fatto ricorso contro le sentenze che permettono agli studenti di portarsi il cibo da casa.

Sempre a proposito di scuola e diritti, il sindaco di Torre Pellice difende la decisione di fermare l’ingresso nell’asilo comunale di una bimba di due anni non vaccinata: «Abbiamo avuto due colloqui con la famiglia in Municipio - spiega Marco Cogno - e l’Asl l’ha contattata più volte. Siamo pronti a riaccogliere la bambina all’asilo quando sarà vaccinata».

ANDREA GIAMBARTOLOMEI