Il Milan graziato dagli errori di Icardi: 0-0

  • Campionato

CALCIO Meglio l’Inter del Milan. Più gioco, più occasioni. Ma il derby finisce solo 0-0. Un misero ma non disprezzabile punticino, comunque, per l’Inter, che avanza di un passo sulla Lazio e rimane alle costole della Roma assestata al 3° posto; un punticino quasi inutile per il Milan, invece, che vede allontanarsi la prospettiva di un vittorioso assalto alla zona-Champions.
Ad ogni modo, nel complesso, un derby molto bello, giocato in modo maschio, vivace, seppur tattico. Nel primo tempo, due grandi emozioni: al 22’, super parata di Handanovic su colpo di testa di Bonucci, che aveva velenosamenente spizzicato un calcio di punizione in diagonale sferrato da Calhanoglu. Al 38’, Icardi, lanciato meravigliosamente da Candreva, infilava Gigio Donnarumma, ma la rete veniva annullata per un fuorigioco di pochissimi centimetri (la punta della scarpa...) segnalata dal Var. Nella ripresa, altre emozioni, tra cui una rete fallita sottoporta da Icardi servito superbamente (ancora) da Candreva al 12’ e una rete annullata al 23’, sempre per fuorigioco, sempre grazie al Var, a Cutrone. Finale incandescente: al 90’, ottima occasione di testa per Kalinic, nell’area piccola, infastidito da Skriniar, e al 92’ falliva ancora Icardi, non correggendo in rete un diagonale al bacio di Cancelo. 

SERGIO RIZZA

A FINE PARTITA: PER GATTUSO AVREBBE MERITATO L'INTER
Il commento di Spalletti è positivo: «Ora lo posso dire, l’Inter sa giocare. Sa quando rallentare, quando accelerare. Una squadra vera. Questo ci porterà lontano, non un gol in più o uno in meno». Gattuso rimarca: «Il Milan mi è piaciuto molto, tatticamente». Ma onestamente dice: «Abbiamo avuto qualche occasione, ma l’Inter avrebbe meritato di più».

Articoli Correlati

Caso Icardi: Marotta“chiarirà” con Spalletti

L'ad nerazzurro interviene dopo le dichiarazioni del tecnico sulla questione del rinnovo. Wanda Nara: «La nostra priorità è l'Inter»

Ramsey strapagatoper 4 anni alla Juve

La Signora perfeziona l'acquisto del gallese ormai ex Arsenal: arriverà a luglio e guadagnerà 13 milioni a stagione

Sirigu, traversa e VarUn Torino più “europeo”

Vittoria sofferta ma importantissima per i granata, che tengono il passo con il gruppo che corre per il 4° posto