Il mistero di Copenhagen torna al Teatro Grassi

  • Milano/Spettacoli

Nel 1999 Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice lo portarono al successo. Da stasera al 22 aprile sarà lo stesso magnifico trio d’attori a riportare sulla scena del Teatro Grassi “Copenaghen” di Michael Frayn con la regia di Mauro Avogadro. Prodotto oggi dalla Compagnia Umberto Orsini e Teatro di Roma – Teatro Nazionale, in collaborazione con CSS Teatro Stabile di Innovazione FVG, lo spettacolo è ambientato in un luogo che ricorda un'aula di fisica dove, immersi in un'atmosfera quasi irreale, tre persone, due uomini e una donna, parlano di cose avvenute tanto tempo prima, quando tutti e tre erano ancora vivi. Sono gli scienziati Niels Bohr, sua moglie Margrethe e Werner Heisenberg. Il loro tentativo è di chiarire che cosa avvenne nel lontano 1941 a Copenaghen quando improvvisamente il fisico tedesco Heisenberg fece visita al suo maestro Bohr, entrambi coinvolti nella ricerca scientifica, forse vicini ad un traguardo che avrebbe portato alla bomba atomica, in una Danimarca occupata dai nazisti (Info: piccoloteatro.org). Ad un’altra scoperta scientifica, che riguardava invece le molecole del Dna e la loro immagine nella celebre Fotografia 51, guarderà invece “Il segreto della vita. Rosalind Franklin” di Anna Ziegler di scena, da stasera al 15 aprile, al Parenti con Lucia Mascino e, tra gli altri, Filippo Dini, anche regista della pièce (Info: teatrofrancoparenti.it).

Antonio Garbisa

Articoli Correlati
Milano/Spettacoli

Sfera Ebbastafa il pienone al Fabrique

I giovanissimi fanno il tutto esaurito per il rapper
Milano/Spettacoli

Rod Stewartal Mediolanum Forum d'Assago

La sua inconfondibile voce roca e un repertorio per tutte le stagioni per conquistare il palco lombardo
Milano/Spettacoli

Il top del circo mondiale in uno spettacolo unico

Al Teatro della Luna “Alis – Christmas Gala” con i migliori artisti al mondo