Juventus-Real Madrid Torna il duello stellare

  • Champions League

CALCIO Dieci mesi dopo, è di nuovo Juventus-Real Madrid (stasera ore 20.45, trasmessa in chiaro sul canale 20. La nuova rete di Mediaset verrà tenuta a battesimo proprio con questa  sfida). Il 3 giugno scorso, la finale di Champions in quel di Cardiff: stasera, l’andata dei quarti di finale. Nobiltà assoluta, ovviamente. E bianconeri fiduciosi, perché il doppio confronto li tranquillizza più di quanto non faccia la partita secca. Certo, stasera mancheranno Benatia e Pjanic: assenze non da poco, però l’ambente vive il tutto senza troppa ansia perché ci sarà pur sempre un ritorno da giocare e la Juve ha dimostrato, anche contro il Tottenham, di sapere come ribaltare un’eventuale primo round non del tutto positivo. Rispetto allo scorso giugno, Allegri dovrebbe confermare sette-otto giocatori, con Barzagli che tornerà in mezzo alla difesa, Douglas Costa in leggero vantaggio su Mandzukic, mentre Bentancur (più di Marchisio) farà le veci di Pjanic, con Matuidi a portare il confronto in parità numerica in mezzo al campo. Le merengues dovrebbero invece presentarsi con la stessa formazione di Cardiff: Asensio e Bale dovrebbero infatti partire dalla panchina, visto il momento straordinario di Isco, giocatore per cui Allegri stravede da anni. «Il Real Madrid è di gran lunga la squadra migliore del mondo – così Buffon a Marca - ma la qualificazione è al 50%. Nel calcio  non esiste nessuna squadra invincibile e noi possiamo competere: dobbiamo essere ambiziosi. Le troppe finali perse? Non so perché capiti. Forse, per vincerne una, dovremmo giocarle sui 180 minuti». Zidane, tecnico madrilista, ha voluto precisare che «Cardiff è il passato. Domani (oggi, ndr) sarà un’altra storia. Temo tutto della Juventus». Da parte sua, Allegri ha delle certezze: «Dybala farà una grande partita. A Cardiff abbiamo mollato mentalmente: non deve più succedere».

Articoli Correlati
Champions League

Valencia-Juve 0-2CR7, rosso ingiusto e lacrime

Al Mestalla 2-0 per i bianconeri. CR7 esce in lacrime per il primo rosso (dubbio) in Champions
Champions League

Real Madrid-Roma 3-0Al Bernabeu non c'è partita

I giallorossi rimediano un ko e devono ringraziare il portiere Olsen se il risultato non è più tondo. Oltre al risultato, una prestazione che non convince
Champions League

Juve di scena a ValenciaStangata su Douglas Costa

Bianconeri in Spagna per la prima europea con un CR7 che scalpita. Il brasiliano invece squalificato per quattro giornate dopo il gestaccio a Di Francesco