Imprenditore sequestrato presi i responsabili

  • TORINO

TORINO Volevano soldi facili e rapidi: tre milioni di euro da arraffare con un vecchio (e sconsiderato) metodo, il sequestro di persona. Per questo la squadra mobile della polizia ha arrestato tre uomini: Angelo Alosi di 58 anni, già condannato anche per omicidio, Simone Aleccia di 48 anni, carrozziere, e Christian Conversano, 30 anni, venditore di auto. Il 24 aprile 2017 i tre hanno tentato di rapire un commerciante di auto di lusso. Fermato da uomini con false pettorine della polizia, è stato portato in un garage, ma è rimasto ferito mentre i carcerieri tagliavano le fascette elastiche con cui era stato legato. L’emorragia ha convinto i sequestratori a liberarlo per andare in ospedale, ma lui - convinto da un amico - li ha denunciati.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Appendino su Iren:«Le azioni sono incedibili»

Torino si conferma la città più teleriscaldata d’Italia

Dalla banda dei lingotti29 società fantasma

Coinvolta anche un Hambergheria Eataly

"Quelle violenze fatte da criminali"

La sindaca Appendino attacca gli anarchici: "Sporcano l'antifascismo e l'antirazzismo"