Alla Brembo si lavora sui freni del futuro

  • Auto

AUTO  Si tratta dei freni senza più collegamento meccanico e dunque in grado di non trasmettere più le vibrazioni sul pedale quando nelle brusche frenate si attiva il sistema di anti-bloccaggio ABS. Dopo la rassegna di Ginevra Brembo li ha presentati anche al Salone di New York. Sono freni del tipo brake by wire, una tecnologia ancora in fase di sperimentazione che, tuttavia, secondo la Brembo permette di ridurre di molto gli spazi delle frenate. L’assenza di un collegamento meccanico fra il pedale e le pinze dei dischi, infatti, riduce il tempo necessario per attivare i freni: per Brembo sarebbero necessari appena 100 millesecondi e non più i 300, ma anche i 500 necessari oggi dal momento in cui si preme sul pedale del freno a quando la pinza lavora al massimo della potenza. Brembo non realizza solo pinze e freni, ma anche attuatori e centraline, indispensabili per trasferire il comando attivato dal piede di chi guida ai dischi. Senza contare che il freno brake-by-wire è predisposto che per integrarsi con i sistemi di frenata rigenerativa e di assistenza alla guida, quindi si può immaginare che le auto del futuro arriveranno a frenare da sole quando il pilota automatico richiederà loro di farlo, del resto è quello che sta già succedendo con lo sterzo elettrico.

C.CA.

 

Articoli Correlati

Fusione Fca-RenaultParigi mette i paletti

Il governo italiano: «Obiettivo è garantire l’occupazione». Oggi la risposta del cda della casa francese

Un mostro tutto ibridofirmato Ferrari

Presentato il primo modello “eco” del Cavallino: su 1000 cavalli, 220 sono “elettrici”

Fiat e Renaultpronte alle nozze

Alleanza con scambio di azioni fra i due gruppi. Possibile coinvolgimento di Nissan e Mitsubishi