Allegri a piccoli passi con l'obiettivo del triplete

  • Calcio

CALCIO Formichina formichina, la Juventus di Massimiliano Allegri -premiato ieri per la quarta volta dall’Assoallenatori con la “Panchina d’oro” come miglior allenatore dell’anno- è in corsa su tutti i fronti. Manca solo lo sprint finale in questa primavera di verdetti ed Allegri intende procedere passo dopo passo.
 Prima dell’andata dei quarti di Champions contro il Real Madrid, per esempio, il campionato propone un passaggio molto delicato: la difficile gara con il Milan di Gattuso. «È una sfida sempre particolare ed equilibrata, anche se ci separano tanti punti in classifica. Gattuso ha dato ordine ed equilibrio, sta ottenendo ottimi risultati ma la Juventus deve vincere per rimanere in testa». Il braccio di ferro con il Napoli? «Dipenderà da calendario e scontri diretti. Il campionato italiano è l’unico ancora aperto sia in testa che in coda: vuol dire che è un campionato equilibrato nonostante ci siano 20 squadre».
Il caso Dybala
Dybala doveva essere il  nuovo Messi, invece il ct argentino Sampaoli non l’ha nemmeno convocato. «Questa mancata convocazione deve essere uno stimolo per il Mondiale- ha detto Allegri -Paulo ha grandi qualità lo dimostrerà come sta facendo con la Juve da quando è rientrato dall’infortunio. Spero conquisti un posto al Mondiale con la sua nazionale». Il tecnico livornese è stato votato dai suoi colleghi come miglior tecnico con  19 voti. Al secondo posto si è classificato Giampiero Gasperini con 11 voti. Terzo il tecnico del Napoli Maurizio Sarri con 7 voti. «Ringrazio poi i miei colleghi allenatori che mi hanno votato e faccio a tutti un grosso in bocca al lupo per il finale di stagione; a Sarri un pò meno...» ha detto sorridendo Allegri. an.be.

Articoli Correlati

Roma, ecco ManciniOra tutto su Alderweireld

L'ex atalantino ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2024. Ora si intensificherà il negoziato per il difensore del Tottenham

Icardi, offerta in arrivoil Napoli prepara 60 milioni

Sarebbe pronta una offerta del Napoli per Icardi: 60 milioni di euro. L'Inter nel frattempo è a Singapore dove sabato affronterà lo United

Italia-Brasile 25 anni fache fine hanno fatto i protagonisti

Mondiali americani 1994: che fine hanno fatto gli azzurri protagonisti della finale del Rose Bowl, il 17 luglio a Pasadena? Qui tutte le storie