Villa Celimontana ancora chiusa "per neve"

  • ROMA NEVE

ROMA A un mese dalla nevicata dello scorso 26 febbraio, Villa Celimontana resta ancora chiusa. A farne le spese i romani e i turisti. Ieri con la bella giornata primaverile in molti sono rimasti sconcertati alla vista dei cancelli sprangati. È l'effetto dell'ordinanza firmata un mese fa dalla sindaca Virginia Raggi, che per salvaguardare l'incolumità delle persone aveva disposto la chiusura di parchi, ville storiche e giardini pubblici, da riaprire solo dopo aver verificato lo stato di salute degli alberi colpiti dalla nevicata.

Un passaggio obbligato, firmato con celerità, a cui non è seguita una rapidità equivalente nel disporre la riapertura delle aree verdi. Le ordinanze che hanno disposto la fruibilità di parchi e ville sono state firmate a partire dal 7 marzo, oltre dieci 10 giorni dopo la nevicata. Il fatto è che i monitoraggi non stanno procedendo speditamente come dovrebbero, e in alcuni casi le aree interessate non sono ancora state bonificate dopo la cadute di rami e di alberi. Col risultato che a primavera inoltrata uno dei parchi storici del centro resta ancora off limits.

PAOLO CHIRIATTI