Il grande jazz nel live di Miller

  • Roma/Musica

ROMA Uno dei grandi protagonisti della storia recente del jazz stasera alle 21 al Parco della Musica. Nella Capitale torna a esibirsi Marcus Miller, straordinario bassista e polistrumentista americano, che si è fatto conoscere negli anni Ottanta per la sua proficua collaborazione con Miles Davis.

Vincitore di due Grammy Awards e di numerosi altri riconoscimenti (fra cui Artista per la Pace Unesco del 2013), Miller ha fatto parte a lungo della band del leggendario trombettista di Alton e tra i frutti del loro connubio artistico c'è “Tutu”, album del 1986 dedicato all'Arcivescovo sudafricano Desmond Tutu. 

Il bassista newyorkese, allora 27enne, compose praticamente tutti i brani dell'album, suonò quasi tutti gli strumenti e scrisse gli arrangiamenti, consacrandosi come uno dei musicisti di punta della scena jazz internazionale. 

Sarà sul palco del Parco della Musica (sala Sinopoli) per presentare i classici che hanno costellato la sua carriera solista e anticipazioni dell'ultimo lavoro discografico intitolato “Laid Black”, in uscita nei prossimi mesi.

In possesso di una tecnica eccezionale, spettacolare nelle sue esibizioni dal vivo, Miller sarà anche protagonista domani, a partire dalle 16 fino alle 19, di una masterclass al Saint Louis. Info concerto: 0680241281

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

Il Palalottomatica fa il pieno di musica

Calcutta inaugura i live del 2019 il 5 febbraio. Seguiranno, fra gli altri, Emma, Negramaro e Fedez

«Lavorare con Chico è un gran regalo»

Susanna Stivali presenta il cd “Caro Chico” per il quale ha collaborato e cantato con Buarque

Venditti torna sotto il segno dei pesci

Venerdì e sabato al Palalottomatica i due concerti speciali del cantautore per i 40 anni del suo album