Il Pm: 2 anni e 6 mesi per Maroni su caso Expo

  • Milano

Il procuratore aggiunto Eugenio Fusco ha chiesto di condannare a 2 anni e 6 mesi l’ex governatore lombardo Roberto Maroni, accusato di induzione indebita e turbata libertà nella scelta del contraente per aver aiutato due ex collaboratrici dei tempi del Viminale, Mara Carluccio e Maria Grazia Paturzo, e aver fatto pressioni perché una di loro potesse partecipare a un viaggio a Tokyo per promuovere l’Expo.  Maria Grazia Paturzo sarebbe dovuta andare a Tokyo a spese della società Expo2015 «solo perché aveva una relazione col Presidente Roberto Maroni e non per ragioni professionali- ha detto il pm - è noto  che i due avessero una relazione che è dimostrata inconfutabilmente dall'attività tecnica della Procura». «La Paturzo svolgeva un ruolo tendente all’insignificante» in Expo, ha detto Fusco citando le parole di Giuseppe Sala, allora commissario unico di Expo. Il pm ha anche chiesto di condannare Giacomo Ciriello, ex capo della segreteria di Maroni, a 2 anni e 2 mesi, a un anno Andrea Gibelli, ex direttore generale della Regione e attuale presidente di Ferrovie Nord Milano, e 10 mesi per Mara Carluccio, che grazie a Maroni avrebbe ottenuto un lavoro nella società della Regione Lombardia Eupolis.
«Accuse ridicole» ha detto Roberto Maroni.

Articoli Correlati

"Una cura forte per Trenord"

Per l'ad di Fs, Battisti: «I pendolari hanno ragione a lamentarsi»

Usavano ipnosi e droghe per truffare le anziane

In manette banda di peruviani specializzata nel metodo del "tocomocho"

Il navigatore solitario che circumnaviga Milano

Simone Lunghi ha pagaiato sul surf tra canali e navigli