Eur: «Asfalto temporaneo» in città saltano i rattoppi

  • ROMA FORMULA E

ROMA La colata di asfalto che ha coperto i sampietrini lungo alcuni tratti di fronte al Palazzo dei congressi dell’Eur, che ha suscitato proteste e polemiche nel week end, sarà rimossa al termine delle gare di Formula E che inizieranno il prossimo 19 aprile. Lo ha spiegato ieri l’assessore allo Sport Daniele Frongia: «È  stato concesso alla Formula E Operation (FEO), di concerto con il Dipartimento Lavori Pubblici e la Sovrintendenza, di asfaltare temporaneamente alcuni tratti dell’area di fronte al Palazzo dei Congressi, dove ci sarà la pit lane. Le gittate di cemento poggiano su un apposito letto di sabbia: quando l’asfalto sarà rimosso, queste non avranno alcun impatto sui sampietrini che quindi, entro il 22 aprile, torneranno ripuliti e come prima. Stessa procedura è stata eseguita con successo per i sampietrini del circuito di Formula E di Parigi, a Les Invalides».

La manifestazione sportiva, per la quale da oggi parte una campagna informativa del Comune, nelle previsioni del Campidoglio sarà un volano per l’economia cittadina: Le edizioni che si terranno a Roma dal 2018 al 2020, porteranno un indotto pari a 60 milioni di euro, e un incremento delle presenze turistiche di circa 40 mila persone. Non solo, alla città rimarranno 700 colonnine elettriche, a disposizione della cittadinanza per ricaricare i veicoli elettrici. E i 15 mila biglietti della tribuna d’onore per l’edizione 2018 sono già andati esauriti.

Ma sul fronte della sicurezza stradale, le buche continuano a funestare le strade di Roma. Come denunciato sui social da diversi comitati di quartiere, i rattoppi organizzati dal Comune per fronteggiare l’emergenza iniziata lo scorso 26 febbraio dopo l’ondata di gelo, stanno saltando, anche per le piogge.