Enotica, tra O Zulu e Bandabardò

  • Bandabardò

ROMA Concerti, dj set, presentazioni di libri, proiezioni e performance nell'ottava edizione di Enotica  da oggi a domenica al CSOA Forte Prenestino. Per tre giorni lo spazio di via Delpino a Centocelle tornerà a essere una sorta di “novello baccanale”, quello immaginato qualche anno fa dall’enologo Veronelli e che oggi prosegue nel suo ricordo.

Protagonista assoluto di Enotica è il vino, rigorosamente biologico e naturale, di provenienza certificata, che non specula sul prezzo e rispetta l’ecosistema, e naturalmente il cibo, con una ricca offerta di prodotti. Ma accanto a vino e cibo non mancheranno tutta una serie di eventi di vario genere, ad esempio musicali, con una programmazione piuttosto ricca. Stasera doppio appuntamento nella piazza d’Armi di sinistra del Forte con Dub Drum e Luca Persico, in arte O Zulu, frontman dei 99 Posse. «Il meglio di me in 25 atti – definisce O Zulu il suo live – un concerto che forse non ti cambia la vita, come l'ha cambiata a me, ma ti svolta la serata e ti cambia i connotati».

Doppio appuntamento anche domani con Super Dog Party e Bandabardò, formazione vicina ai 25 anni di carriera. Band fra le più vitali per quanto riguarda l'attività live Bandabardò si presenta come una formazione che ha «sposato in pieno la causa dei fricchettoni e del loro leader Fernandez. Siamo per la rivalutazione dei rapporti umani, dei miscugli razziali e culturali, lottiamo per un mondo a misura di donna e di bambino e per vedere un giorno trionfare allegria e gentilezza».

Articoli Correlati

L’Improbabile Bandabardò per una notte tra amici

Sabato all’Atlantico Live il concerto della popolare band sempre in lotta per i propri ideali