Anche il Super G è suo Sofia Goggia non si ferma più

  • sci

SCI Praticamente inarrestabile: Sofia Goggia non si ferma più e trionfa anche nel Super g di Are, in Svezia, penultima gara di Coppa del mondo. Ieri, all’indomani della conquista del titolo di specialità nella libera (e a un mese dall’oro olimpico), la 25enne bergamasca ha centrato la sua quinta vittoria in carriera precedendo in 1’07’’92 la tedesca Rebensburg e l’amica-rivale americana Lindsey Vonn, terza a 53 centesimi (e sempre più scura in volto quando va a complimentarsi con l’azzurra). La Coppa di specialità è andata alla campionessa uscente, Tina Weirather del Liechtenstein, sesta a 1’08’’ da Sofia. «È stato un risultato pazzesco- ha commentato Sofia -l’avevo detto allo skyman che avrei fatto ciò che non ero riuscita a fare in Corea».
  «Emblema dello sport»
 «Sofia è l’emblema dello sport, del sacrificio, del risultato voluto ed ottenuto a tutti i costi con un impegno. Ogni tanto le scrivo per chiederle come va. So che si allena di continuo e i suoi risultati sono il giusto premio», ha detto il ministro dello Sport, Luca Lotti.

Articoli Correlati

Spettacolosa GoggiaArgento in SuperG

La bergamasca, reduce da un recente infortunio, sfiora il primo gradino del podio, andato alla Shiffrin

Goggia e Paris sul podioansia per Brignole e Sosio

Sofia Goggia seconda in discesa libera, Paris terzo nel Super G: ma Federia Sosio si rompe tibia e perone mentre la Brignole ha problemi muscolari

Brignone reginaa Crans Montana

La milanese vince la combinata di Coppa del Mondo