Roma-Shakhtar Donetsk Sfida stellare per i quarti

  • Champions League

CALCIO Questa sera (stadio Olimpico, ore 20.45, diretta Canale 5 e Mediaset Premium) una tra  la Roma e lo Shakhtar Donetsk sarà  tra le prime otto squadre d’Europa. Un appuntamento che vale una stagione. La Roma è chiamata a rimontare il 2-1 maturato all’andata di questi ottavi di finale della Champions League nella tana degli ucraini e per farlo «Dobbiamo scendere in campo con  spensieratezza e determinazione, col desiderio di far male agli  avversari perché non è una partita che possiamo gestire, non possiamo  essere attendisti», ha detto mister Di Francesco. Per dirla in poche parole, servirà una partita fotocopia di quella di Napoli: «se fossimo quelli di Napoli saremmo già a buon punto, è stata una delle prestazioni migliori anche dal punto di  vista caratteriale. Non sarebbe male, magari con maggior qualità nel  proporre gioco», ha concluso il tecnico romanista. Ma non pensiate che lo Shakhtar sia venuto a fare il comprimario: «La Roma è una squadra molto forte ma noi  siamo venuti qui per portare a casa il risultato». ha annunciato Fonseca. Gli ucraini hano lasciato a casa Kryvtsov, la Roma non avrà (ancora) Defrel. Per Florenzi i giallorossi «dovranno andare as mille all’ora per battere gli ucraini». L’unico dubbio nella Roma è sulla presenza di De Rossi, non in perfette condizioni. Intanto ieri a Trigoria, ancora sessioni video per rivedere la gara d’andata. Sono circa 800 i tifosi al seguito della squadra ucraina, ma l’Olimpico non sarà quello delle grandi occasioni: venduti solo 41.000 biglietti.

Articoli Correlati
Champions League

Atletico Madrid-Juve 2-0Ora serve l'impresa

L’Atletico Madrid vince 2-0 l’andata degli ottavi. Ronaldo, prova opaca. Var protagonista
Champions League

Atletico Madrid-Juve 2-1Adesso serve l'impresa

L’Atletico Madrid vince 2-0 l’andata degli ottavi. Ronaldo, prova opaca. Var protagonista
Champions League

Atletico Madrid-JuventusStop Khedira: aritmia atriale

Stasera bianconeri a Madrid contro l’Atletico. Il tedesco è rimasto a casa per risolvere isolvere il problema legato al ritmo cardiaco irregolare