Cartiera va a fuoco I dubbi dell'Antimafia

  • Milano

COLOGNO MONZESE Ieri mattina è scoppiato un grave incendio nella cartiera “Alfa Maceri” di Cologno Monzese, vicina alla Tangenziale Est e agli studi di Mediaset. Un brutto risveglio per le famiglie delle palazzine adiacenti: una è stata sgomberata e dichiarata inagibile (12 famiglie “sfrattate”; per tre è intervenuto il Comune), gli abitanti di un altro edificio sono scesi spontaneamente in strada. Grande la preoccupazione per eventuali fumi tossici: il tetto, in parte crollato, conteneva amianto. Ma Arpa e pompieri hanno escluso contaminazioni ambientali. 

Subito dopo, però, si sono diffuse inquietudini di altro genere. David Gentili, presidente della Commissione Antimafia di Palazzo Marino, ha elencato gli incendi che, di recente, hanno interessato tanto discariche abusive quanto depositi legali di rifiuti a Milano e in Lombardia: in gennaio, incendi si sono verificati a Corteolona (Pavia), a Besana Brianza alla Sinergi, alla Suez ex- Ecoltecnica di Baranzate; in febbraio in via Monte Bisbino, a Mariano Comense, alla Ecosfera di Bulgarograsso (Como), in via Zama (sede Amsa), a Pioltello in via Bergamo. In ultimo, la cartiera a Cologno Monzese. Certo, avverte Gentili, «bisogna capire la natura di ciascun fatto, ma sembra addirittura peggio dell'anno passato».

METRO

Articoli Correlati

Nuovi treni in arrivo con l'incubo dei tagli sul tpl

Presentati i Caravaggio. L'allarme dei sindacati

Tagli del governo al Tpl«A dicembre bus a rischio»

E' l'allarme dell'assessore regionale al bilancio. Ottimisti i 5 stelle