De Summa racconta la Puglia anni ‘80

  • Milano/Teatro

MILANO Una fotografia appassionata ed appassionante della Puglia degli anni  ‘80 e di una gioventù senza prospettive. Ad averla scritta e portata sul palco con ironia e drammaticità in “Trilogia della provincia” è Oscar De Summa che si è guadagnato per questo il Premio Hystrio 2016 e l’anno scorso il Premio Mariangela Melato.

Da stasera a domenica “Trilogia” con i suoi tre capitoli, suddivisi in serate differenti, sarà di scena nella Sala Bausch del Teatro Elfo Puccini.

Ad aprire in data unica, sarà “Diario di Provincia” in cui si racconta di una Puglia amata e odiata. Il protagonista è un ragazzo che dice “no” all'asfissia dei giorni eternamente uguali. Lo fa ribellandosi ingenuamente con un cambio di lavoro prima e di abbigliamento dopo, inseguendo le mode del nord, ma ritrovandosi sempre impantanato nella stessa palude. 

Domani e dopodomani sarà la volta di “Stasera sono in vena”, una narrazione in prima persona che tratteggia con forza la gioventù di provincia, prigioniera della droga, dei luoghi comuni e della violenza.

A concludere la “Trilogia” sarà “La sorella di Gesùcristo”, in scena da venerdì a domenica. Una storia tanto semplice quanto terribile: si racconta di una ragazza che, con in mano una pistola Smith & Wesson 9 millimetri, attraversa tutto il paese per andare a sparare al ragazzo che la sera prima, il venerdì santo della Passione, l'ha costretta a subire violenza (Info: elfo.org).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Tramedautore diventa maggiorenne

Ad aprire la rassegna ci penserà domani alle 19,30 “Mari” di e con Tino Caspanello

Il professor Stravalaci dà lezioni d’italiano

L’attore, diretto da Francesco Frongia, in prima assoluta presenta “La lingua langue” all’Elfo Puccini

Bergonzoni all'Elfo in prima nazionale

“Trascendi e sali” è il nuovo spettacolo di Alessandro Bergonzoni in scena da stasera