Rifiuti, parte «la nuova era»

  • CAPITALE E RIFIUTI

ROMA. È ai microfoni di Radio Radio che la sindaca di Roma Virginia Raggi ieri ha annunciato «una grande novità» sul tema rifiuti. Oggi saranno depositati in Regione i progetti dei due impianti di compostaggio di Casal Selce e Osteria Nuova.  «Prende avvio definitivamente la nuova era che vede Ama dotarsi di impianti di proprietà». Si tratta di impianti  volti alla lavorazione della frazione organica e umida della raccolta (100mila tonnellate l’anno), già promessi in più occasioni dal Campidoglio, in cima alla lista degli strumenti che dovrebbero risolvere  la crisi rifiuti romana. I due impianti consentiranno di risparmiare «oltre 12 milioni di euro all’anno». 
 «La parte organica - ha detto la Raggi - sarà trattata direttamente da impianti di Ama e produrrà guadagni per le sue casse, ossia con l’immondizia nostra ci facciamo ricavi».
 Il nodo della Regione
«Ci auguriamo la collaborazione della Regione che deve autorizzarli e di non bissare quello che avvenne a Natale sulla richiesta di andare fuori Regione» ha concluso la sindaca. Da ricordare che il cosiddetto distretto del riciclo voluto dal Campidoglio e  da collocare a pochi di metri dalla via Aurelia, in zona Casal Selce (situata nel municipio XIII), cadrebbe esattamente nel perimetro di proprietà della Pisana, come scritto nella visura catastale.

METRO

Articoli Correlati
CAPITALE E RIFIUTI

La differenziata entra in chiesa

Accordo tra Vicariato e Ama per introdurre le buone pratiche in 336 parrocchie, poi toccherà alle scuole
CAPITALE E RIFIUTI

Marino su Ama:Tasse giù del 5%

Il primo cittadino rilancia sulle tariffe da abbassare e ammette: “Così com’è la città resta troppo sporca”