Juventus-Atalanta Allegri non si fida della Dea

  • Coppa Italia

CALCIO Juventus e Atalanta ci riprovano, stavolta con in palio la finale di Coppa Italia. Oggi allo Stadium (ore 17.30), con il termometro già previsto sotto lo zero ma senza neve (prevista in serata). I bianconeri partono dall’1-0 e hanno quindi tutti i favori del pronostico dalla loro, anche se Allegri sostiene che «non cambia nulla, dovremo segnare una rete per dare un senso al risultato di qualche settimana fa». La Signora comincia così, contro la squadra che avrebbe dovuto affrontare domenica, un trittico di partite che potrebbe indirizzare la sua stagione: sabato Buffon e compagni renderanno visita alla Lazio e mercoledì andranno a Wembley a sfidare il Tottenham (2-2 all’andata). Due sfide su tre da dentro o fuori, con il Napoli scappato a più quattro pur se con una partita in più. «Essere in lizza su tre fronti a marzo è il risultato che ci eravamo prefissati, come ogni anno – così il tecnico bianconero -. Adesso è necessario gestire». Le forze, si intende. Con tanti saluti a chi pensa che certi avversari dei bianconeri si scansino: «Qualcuno ogni tanto farebbe bene a stare zitto. A me hanno insegnato ad ascoltare tutti e poi trarre le conclusioni. Domenica per di più non abbiamo giocato e quindi abbiamo risolto i problemi». Amici come prima, insomma. Più o meno.

Domenico Latagliata

Articoli Correlati

Juventus-MilanTim Cup 2018: l'ora della verità

Stasera (ore 21) Juventus-Milan all’Olimpico. Bianconeri in cerca della quarta Tim Cup di fila

In finale ci va il MilanLazio ko ai rigori

Dopo una partita giocata a grande ritmo i rossoneri vincono al termine di una estenuante sfida ai rigori. Quattordici tiri. Errore fatale di Luis Alberto

Juventus-Atalanta 1-0ed ora l'assalto alla Coppa

I bianconeri arrivano in finale per la quarta volta in quattro stagioni: contro la Dea, dopo la vittoria di misura a Bergamo, decide un rigore di Pjanic