Edilizia, liberalizzati i piccoli interventi

  • EDILIZIA

ROMA Dai pannelli solari agli stalli per le bici, passando per bagni e controsoffitti. Diventano più facili e veloci 58 interventi edilizi che potranno essere realizzati senza dover presentare comunicazioni di inizio lavori al Comune né progetti tecnici. È infatti in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il “Glossario dell’edilizia libera”. Si tratta di lavori interni che non incidono sulla pianta degli appartamenti. Tra questi il rifacimento dei bagni e degli altri impianti, la realizzazione di controsoffitti, il cambio degli infissi e l’installazione delle inferriate.
Uno degli sblocchi più importanti riguarda la possibilità di installare impianti per il risparmio energetico (pannelli solari e fototovoltaici) senza necessità di comunicazione di inizio lavori, ma a patto che l’intervento avvenga su edifici al di fuori dei centri storici.

Via libera a interventi contro le barriere

Nessuna comunicazione anche per le pompe di calore, la realizzazione di comignoli per le nuove caldaie e gli interventi di rinnovamento del manto isolante degli edifici («cappotto»). Liberalizzati anche infissi, inferriate, parapetti, ringhiere, sostituzione di grondaie e pluviali. Via libera anche agli interventi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, all’interno degli edifici, che non incidano sulla struttura portante. Sdoganati all’esterno gazebo mobili, barbecue in muratura e stalli per le bici.

METRO

Articoli Correlati

Addio alla burocraziaper le ristrutturazioni

Niente più comunicazioni al Comune per 58 tipologie di opere e interventi

Fallimenti immobiliariPresto la tutela per le vittime

Il notaio non procederà al rogito se l'azienda costruttrice nno avrà versato la fidejussione prevista dalla legge

Case popolari soltantoper una famiglia su tre

Indagine Federcasa-Nomisma sul disagio abitativo: canoni alti spingono verso la povertà