Dal pop elettronico al punk-rock

  • Vök/Musica

MILANO Martedì ricco di musica per tutti i gusti. Al Serraglio arrivano i Vök, giovane band islandese dal suono suggestivo, che mescola pop elettronico, variazioni melodiche e atmosfere oniriche. Tutto da ascoltare il loro album di debutto, “Figure”, uscito nel 2017 e ben accolto dalla critica. Al Fabrique largo all’immaginario fascinoso di Fever Ray, cantante svedese già metà del duo The Knife, che a  8 anni dal 1° omonimo album, ha pubblicato il nuovo lavoro “Plunge”, fra estetica dark, note elettroniche e testi intriganti (ore 21, euro 15 con tessera Acsi).

Qualcosa di più rock? Ecco all’Alcatraz i veterani Rhapsody che festeggiano 20 anni di carriera a tutto power-metal con un tour d’addio in cui suoneranno per intero “Symphony Of Enchanted Lands” e i loro classici. In apertura, Scarlet Aura e Beast In Black (dalle 19, euro 33). Ultratrentennale è, invece, la carriera degli americani Dwarves, al Magnolia col loro punk trascinante e fantasioso (21.30, euro 15 con tessera Arci; in apertura Svetlanas), e per gli appassionati di jazz al Blue Note il quartetto del sassofonista Usa Wayne Escoffery (ore 21, euro 28/33).

Per gli incontri Elio e le Storie Tese saranno alla Feltrinelli di Piazza Piemonte, ore 18.30, per presentare il cd “Arrivedorci”, con l’omonimo brano sanremese, l’inedito “Il circo discutibile” ed estratti dal live del 19 dicembre al Forum d’Assago, dove il gruppo tornerà il 23 aprile per il concerto d’addio.

 

DIEGO PERUGINI