Balduina, paura per gli smottamenti

  • CRONACA/ROMA

ROMA Non smette di preoccupare la situazione della zona della Balduina, dopo il crollo di via Livio Andronico dello scorso 14 febbraio. I vigili del fuoco hanno recuperato le auto finite nel cratere della grande area di cantiere limitrofo, ma sabato sono dovuti intervenire insieme alle Polizia Locale nella vicina via Appiano, tra il civico 26 e il 18.

L'asfalto, anche in quella strada che dista 500 metri dal cantiere, si è sbriciolato a causa di uno smottamento. La cornice attorno al tombino, vicino alla stazione di Appiano, ha ceduto. I tecnici del fuoco hanno escluso ogni relazione con la frana che si è verificata mercoledì scorso.

Esposto del Pd
«Presenterò un esposto in procura per capire come mai, nonostante da giorni in piazza Carlo Mazzaresi, a Roma, ci sia una tubatura rotta che provoca la dispersione di migliaia di litri d'acqua, ancora nessuno sia intervenuto per ripararla»: è quanto afferma, in una nota, Stefano Pedica del PD. «La piazza si trova nel quartiere Balduina, nella stessa zona dove si è aperta la voragine in via Livio Andronico - spiega Pedica - Una settimana fa ho denunciato con un video la dispersione di acqua ma tutto è rimasto come prima. Considerando che si perde almeno un litro ogni 5 secondi, quindi 12 litri al minuto, in 8 giorni sono finiti per strada e nelle fondamenta dei palazzi vicini 138.240 litri di acqua.. Vogliamo capire perché non è stato ancora fatto nulla».

METRO