Parco della Salute C'è il via libera

  • TORINO/SALUTE

SALUTE L’accordo è ufficiale. Dopo il contratto firmato tra la Città di Torino, la Regione, l’università, le Asl e Fs Sistemi urbani, ieri sono arrivate anche le firme del ministero della Salute  e del ministero dell’Economia agli accordi di programma per il Parco della Salute. Adesso può cominciare la fase che porterà nel primi mesi del 2019 all’avvio dei lavori del nuovo polo in cui verranno concentrati gli ospedali Molinette, Sant’Anna e Regina Margherita. Si prevede un costo totale di circa un miliardo di euro suddiviso in più lotti. Il primo lotto prevede un investimento di circa 456 milioni, di cui 142,4 a carico dello Stato con fondi assegnati alla Regione, 7,5 milioni con fondi della Regione stessa e 305,9 a carico delle aziende private che realizzeranno i lavori. L’assessore alla Salute Antonio Saitta ha espresso soddisfazione per il risultato giunto dopo il lungo lavoro svolto delle strutture da lui diretto e delle altre istituzioni coinvolte.
Il Parco della Salute, della Ricerca e dell’Innovazione (questo il nome completo) sorgerà in zona Lingotto, sui terreni dell’area Avio-Oval vicino al grattacielo della Regione Piemonte. Oltre ai tre ospedali ci sarà anche un centro per l’insegnamento, uno per la ricerca di base e una struttura per la ricerca clinica. ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Esavalente, la procura indaga i vaccini plurimi

Il fascicolo nasce da un esposto del Codacons che però avverte: "Vaccinazioni sempre indispensabili"