Meloni aggredita in comizio a Livorno

  • Elezioni 2018

Colpita da una bottiglietta di plastica e anche da sputi: si è conclusa così la tappa a Livorno di Giorgia Meloni, in visita per un’iniziativa elettorale e contestata da alcuni manifestanti che al suo passaggio hanno intonato le note di “Bella ciao” accompagnate da cori come “Livorno antifascista”, nonché da striscioni e cartelli con scritto “Livorno i fascisti non li vuole. Meloni vattene!”. Dal canto suo la candidata di Fratelli d'Italia ha reagito, accennando una specie di balletto al ritmo dei cori, dicendo: «Loro sono questi» e li ha ripresi anche con il telefonino. A lei è arrivata la solidarietà da tutto il mondo politico, a partire dal ministro degli interni Marco Minniti.

Articoli Correlati

"Sono down ma voto anche io"

A Roma una iniziativa per aiutare le persone down ad esercitare il diritto di voto

Rimborsi e massoni scuotono i 5 stelle

Continua lo stillicidio di candidati che il movimento espelle dopo la scoperta di irregolarità

Il Pil italiano in crescita costante

Caos rimborsi del Movimento 5 Stelle: 8 i coinvolti. Di Maio: orgogliosi di quanto versato