Meloni aggredita in comizio a Livorno

  • Elezioni 2018

Colpita da una bottiglietta di plastica e anche da sputi: si è conclusa così la tappa a Livorno di Giorgia Meloni, in visita per un’iniziativa elettorale e contestata da alcuni manifestanti che al suo passaggio hanno intonato le note di “Bella ciao” accompagnate da cori come “Livorno antifascista”, nonché da striscioni e cartelli con scritto “Livorno i fascisti non li vuole. Meloni vattene!”. Dal canto suo la candidata di Fratelli d'Italia ha reagito, accennando una specie di balletto al ritmo dei cori, dicendo: «Loro sono questi» e li ha ripresi anche con il telefonino. A lei è arrivata la solidarietà da tutto il mondo politico, a partire dal ministro degli interni Marco Minniti.

Articoli Correlati

Parlamento al viaTrattative serrate

Dialogo apparente tra le forze politiche per le presidenze delle Camere

Si apre il Parlamento La carica dei neoeletti

Gruppi politici in cerca di intese per le presidenze delle Camere e per il successivo governo

L’Europa dopo il voto dà più tempo all’Italia

Dalla Ue tempi più elastici per i documenti economici. M5S e Lega attendono le scelte del Pd