Raggi: scovati 50 mila "furbettti" dei rifiuti

  • ROMA RIFIUTI

ROMA Circa 50 mila evasori sono stati scoperti dall’Ama a Roma. Lo ha affermato ieri la sindaca Virginia Raggi, ospite di “Circo Massimo” su Radio Capital.

I dati «sono agghiaccianti», ha commentato la sindaca che ha sottolineato: «Nel Municipio VI abbiamo trovato 21 mila utenze non registrate, 50 mila persone, questo vuol dire che Ama in quel Municipio non conosceva le utenze di una città grande come Civitavecchia». E «come si può organizzare la raccolta dei rifiuti, quando c’è una città grande come Civitavecchia che non paga e che non ha cassonetti dove scaricare i rifiuti?». Le utenze fantasma «provocano una perdita di 8,8 milioni di euro l’anno». E, stando ai dati forniti ieri dalla sindaca la stima è per difetto visto che anche nel X Municipio ci sono circa 18 mila utenze mai pagate finora.

Resta il problema di una città perennemente in affanno sul tema della raccolta e del trattamento. Ma la prima cittadina (che ieri ha ribadito la sua “autovalutazione” con un 7,5 per «coraggio e determinazione») ha detto che in cità non c’è un’emergenza ma ci sono state criticità, per poi ringraziare il presidente della Regione Abruzzo che «dopo aver promesso di dare una mano a Natale, ieri finalmente con la giunta ha deliberato di aiutarci». Invieremo «39 mila tonnellate ed è quello che fanno tantissime regioni in Italia, nel silenzio della stampa, mentre quando capita a Roma diventa un caso nazionale, da quando ci sono io».

Articoli Correlati

Rifiuti, si accelerasui tre impianti

Il presidente di Ama: «Depositeremo le richieste entro pochi giorni». Differenziata, firmata l’intesa col Conai

Rifiuti, il Governostriglia la Capitale

Il ministro Galletti: quegli impianti sono insufficienti. La sindaca: siti indicati da mesi, Lazio senza un piano

Emergenza rifiuti, Apriliadà una mano alla Capitale

Accordo tra Ama e Rida ambiente per conferire 40 mila tonnellate l'anno. L'Ue monitora la situazione capitolina