Laura Morante locandiera per Andò

  • Locandiera/Morante/F. Niccoli

MILANO Una commedia cult di Carlo Goldoni come “La locandiera” diventa ora un delicato thriller nelle mani del drammaturgo Edoardo Erba. Succederà, da stasera all’11 febbraio, al Franco Parenti con la messinscena de Locandiera B&B - Uno studio sulla Locandiera di Goldoni. Protagonista un’attrice che siamo abituati ad ammirare al cinema come la toscana Laura Morante, affiancata sul palco da Giulia Andò, Bruno Armando, Eugenia Costantini, Vincenzo Ferrera, Danilo Nigrelli e Roberto Salemi, nei panni di Mira diretta dalla regia di Roberto Andò. In un’antica villa che sta per essere trasformata in albergo, Mira si ritrova coinvolta in una strana cena organizzata dal marito con eccentrici uomini d’affari. Il marito non si è presentato e tocca a lei gestire la serata di cui non capisce clima e finalità. Il suo unico punto di riferimento, il contabile della società, a metà della cena se ne va senza spiegazioni lasciandola in balia degli ospiti.
A un tratto entra uno sconosciuto che le chiede una stanza per riposare. I due sembrano irresistibilmente attratti e Mira si appoggia a lui per affrontare una situazione al limite del lecito (Info: teatrofrancoparenti.it).

Altra società, questa tragicamente comica, sarà invece quella raccontata, da stasera al 10 febbraio, al Menotti da Natalino Balasso nel suo Toni Sartana e le streghe di Bagdàd (La Cativìssima Capitolo II) con nuove avventure del suo anti-eroe Toni Sartana (teatromenotti.org).

 

ANTONIO GARBISA