Molestie, attrici italiane contro "sistema di potere"

  • molestie

Roma Si chiama Dissenso comune ed è una lettera manifesto firmata da 124 attrici e lavoratrici dello spettacolo. Il primo passo verso una serie di iniziative per cambiare il sistema, non solo nel mondo dello spettacolo: «Unite per una riscrittura degli spazi di lavoro e per una società che rifletta un nuovo equilibrio tra donne e uomini». Un testo che mette sotto accusa l'intero sistema del potere che ruota attorno alla Settima Arte. Fra le firmatarie ci sono Ambra Angiolini, Paola Cortellesi, le sorelle Comencini e Rohrwacher, Ginevra Elkhan, Sarah Ferlbaum, Greta Scarano. Una lettera, «dalle donne dello spettacolo a tutte le donne». «La molestia sessuale è fenomeno trasversale. La disuguaglianza di genere negli spazi di lavoro rende le donne, tutte le donne, a rischio di molestia».
Tweet al vetriolo di Asia Argento. «Finalmente è arrivata la letterina di Babbo Natale delle donne del cinema contro le molestie. Contestano l’intero sistema ma si guardano bene dal fare nomi. Nei prossimi giorni interverrò sull’argomento, ora sono troppo incazzata».

Articoli Correlati

Quei ricatti sessuali per il posto di lavoro

Il rapporto Istat sulle molestie sessuali evidenzia un fenomeno di massa

La Warner Bros Italiasospende Fausto Brizzi

Il regista escluso da collaborazioni future e dalla promozione del film di Natale in arrivo a dicembre