Commercio, a Torino cinque anni difficili

  • TORINO

TORINO Quasi 3.300 negozi hanno chiuso definitivamente negli ultimi cinque anni a Torino. Lo attestano la Camera di Commercio, Ascom-Confcommercio e Confesercenti. A soffrirne di più è stato il settore dell’abbigliamento (537 chiusi tra il 2012 e il 2017) e delle calzature (-142), ma sono andati male anche i mobilifici (-122) e le ferramenta (-131). Chiudono bottega molti minimercati di alimentari (eccetto quelli “specializzati”), mentre aumentano gli iper e supermercati insieme ai discount. Bene invece tabaccherie (80 le aperture), le farmacie (43) e i benzinai (38). Molto dinamico il settore della ristorazione. Al contrario i bar sono calati di 369 unità.

ANDREA GIAMBARTOLOMEI

Articoli Correlati

Olimpiadi, Malagòci crede ancora

Il numero uno del Coni: «Torino corra anche per altri grandi eventi sportivi»

Olimpiadi, addiotra le polemiche

Scambio di accuse tra Pd e Movimento 5 Stelle

Olimpiadi, addiotra le polemiche

Scambio di accuse tra Pd e Movimento 5 Stelle