Morto mister Ikea un impero nato dai fiammiferi

  • svezia

Ingvar Kamprad, 91 anni, fondatore di Ikea, è morto "serenamente nella sua abitazione", nel sud della Svezia, come ha reso noto la stessa azienda su Twitter. Kamprad fondò quello che oggi è un impero che impiega 190.000 persone, dislocato in varie parti del mondo e genera un fatturato di 38 miliardi di euro. 

Parsimonioso. Kamprad fondò Ikea nel 1943 nella città natale di Aelmhult e nel 2012 aveva lasciato la guida dell'azienda ai tre figli, pur mantenendo comunque un piede all'interno.   Parsimonioso fino al paradosso, il signore dei mobili low cost, tra gli uomini più ricchi del mondo, viveva in modo molto ritirato, in una casa modesta e spartana, arredata con mobili che montava da solo.   Kamprad nel passato aveva fatto parlare di sé anche per i suoi legami con il movimento giovanile nazista durante la Seconda Guerra mondiale. Simpatia che poi lui stigmatizzò in seguito come "la follia della giovinezza" e "il più grande errore della mia vita". 

Fiammiferi. Tutto iniziò con una scatola di fiammiferi, una piccola attività commerciale nel paese natale, il villaggio svedese di Agunnaryd, nella provincia di Smaland. Vende porta a porta i fiammiferi ma poi amplia l'offerta con penne, matite, cornici, articoli natalizi, investendo a 17 anni i soldi ricevuto dal padre per la promozione scolastica. Nasce lo stabilimento nel 1943 Ikea: il nome scelto è composto dalle iniziali del suo nome, della fattoria di famiglia dove è cresciuto (Elmtaryd) e del suo paesino (Agunnaryd). Ora il marchio è presente in 44 nazioni e nessun problema ha avuto Kamprad a guidarlo da Epalinges, piccolo comune svizzero dove viveva dal 1976. Considerato tra gli uomini più ricchi del pianeta, nel 2017 Kamprad compare al decimo posto del Bloomberg Billionaires Index, con un patrimonio di 54,2 miliardi, nonostante nel 2013 abbia lasciato il posto nel cda del gruppo a favore del figlio Mathias.

Articoli Correlati

I gioielli della Coronafiniti in una pattumiera

Due corone d'oro e un globo erano stati rubati. Valgono oltre 6 milioni

Sparatoria in Sveziadopo la partita

Almeno quattro feriti quando un uomo ha esploso almeno venti colpi di arma automatica

Stoccolma: camion controla folla in Centro, 3 morti

Svezia, zona bloccata dalle forze dell'ordine