Un binario rotto la possibile causa

  • Milano/pioltello

PIOLTELLO L’unica certezza è che a far deragliare il convoglio di Pioltello è stata la rottura di una giuntura di circa 23 cm delle rotaie a un chilometro dallo scalo ferroviaio. È la verità emersa già ieri dopo i primi accertamenti coordinati dal procuratore aggiunto  Siciliano. Dopo il passaggio del primo e del secondo vagone del treno, il pezzo sarebbe stato sbalzato a una ventina di metri di distanza e le ruote dei vagoni successivi sarebbero uscite dalle rotaie. Per gli investigatori quello sarebbe “il punto zero”, tanto che da lì  partono le tracce di trascinamento che continuano per oltre 2 km, fino al punto dove il treno si è accartocciato. Un’evidenza che farebbe supporre che l’incidente sia stato originato proprio dalla rottura e che la lacerazione del binario non sia conseguenza di un altro guasto, ma la dinamica dovrà essere chiarita dai due periti nominati dalla procura. andrea sparaciari

Articoli Correlati
Milano/pioltello

Trenord, ecco le linee «rosse»

Cinque tratte che Fontana e Trenord hanno segnalato a Salvini. E intanto è polemica per il giunto rotto non denunciato da Rfi
Milano/pioltello

Rfi: un'indaginesul nuovo giunto difettoso

Per la società il tratto era già monitorato. La scoperta venerdì grazie a un macchinista in servizio sulla Carnate-Usmate e Arcore
Milano/pioltello

Durissime accuse a Trenordin un rapporto dell'Ansf

Segnalate carenze nella manutenzione pochi mesi prima del disastro di Pioltello. L'azienda: nessun legame. Le reazioni politiche