Arturo Brachetti tra arte e magia

  • Torino/Teatro

TORINO Un ritorno alle origini per il grande trasformista Arturo Brachetti. Già, perché, da domani al 4 febbraio, sarà lui il protagonista assoluto sul palcoscenico del Teatro Colosseo di “Solo - the Master of quick change”, il suo nuovo ed attesissimo one man show che, dopo l’applauditissimo debutto internazionale a Parigi, si prepara ora a conquistare anche il nostro Paese. 

In questo spettacolo Brachetti, torinese doc, classe 1957, aprirà le porte della sua casa, fatta di ricordi e di fantasie.

Tra reale e surreale, verità e finzione, magia e realtà, presenterà ben sessanta personaggi inediti, proponendo al pubblico un viaggio nella sua storia artistica attraverso le altre affascinanti discipline in cui eccelle.

Sul palcoscenico si andrà così dalle ombre cinesi al mimo, dalla chapeaugraphie a sorprendenti novità come, ad esempio, la poetica sand painting, ovvero l’arte di creare con la sabbia delle storie animate, fino al magnetico raggio laser. 

Il tutto in un mix tra scenografia tradizionale e videomapping che enfatizzerà i dettagli ed aumenterà il coinvolgimento del pubblico presente in sala.

Dai personaggi dei telefilm celebri a Magritte e alle icone della musica pop, Arturo Brachetti regalerà novanta minuti di uno show pensato veramente per tutti, a partire dalle famiglie che, grazie al suo talento, potranno rivedere sul palco personaggi straordinari come le icone della musica pop, i volti più amati del piccolo e del grande schermo e le magiche creature delle favole più celebri (Info: teatrocolosseo.it).

ANTONIO GARBISA

Articoli Correlati

Concentrica, lo spettacolosi sposta per la città

Da oggi al 17 novembre la rassegna presenterà spettacoli dal vivo in diversi spazi di Torino

La classe operaia va in teatro

Il film di Petri e Pirro sbarca al Carignano con la regia di Guido Longhi e Lino Guanciale protagonista

Il '68 della Demattèper la regia di Rifici

“Avevo un bel pallone rosso” sarà di scena da domani a domenica al Teatro Astra