Una settimana a tutto Incognito

  • Milano/Musica

MILANO Una settimana a tutto Incognito. La band inglese torna al Blue Note da domani a sabato con una serie di live, già quasi tutti esauriti. Niente più biglietti per i set delle 21, ne rimangono per quelli delle 23 di domani, mercoledì e giovedì (euro 42/47).

Pionieri dell’acid-jazz e portavoci di un sound contaminato e avvincente, gli Incognito esordiscono nell’81 con l’album “Jazz Funk” e, dopo qualche vicissitudine, raggiungono il successo nel ‘92 con  “Tribes, Vibes and Scribes”, che include una fortunatissima cover dance di “Don't You Worry About a Thing” di Stevie Wonder.

Da quella hit a oggi gli Incognito, sempre guidati da “Bluey”, Jean Paul Maunick, hanno proseguito la loro storia, con vari rimaneggiamenti nell’organico, sull’onda di una musica elegante e raffinata,  fra morbido jazz, sensualità soul-funk e fisicità rhythm’n’blues.

Tra le loro uscite più recenti, gli album “Amplified Soul” e “In Search of Better Days”.

In alternativa ecco, da stasera a mercoledì al Legend Club, le selezioni regionali lombarde della trentesima edizione di Rock Targato Italia, concorso per gruppi emergenti.

Al Magnolia, invece, stasera ritroveremo i Liima, band finlandese di culto che presenterà l'ultimo lavoro “1982”, ispirato alle sonorità synth-pop anni Ottanta (ore 21.30, euro 15 con tessera Arci).

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Tom Walker salesul palco del Fabrique

Ospite della serata Marco Mengoni che ha collaborato con Walker nel brano “Hola”

Paolo Conteper l’AIRC e Jazzmi

L’avvocato astigiano sarà agli Arcimboldi per due live di cui uno per la ricerca contro il cancro

Samba-trap firmatoda Achille Lauro

Il rapper con il suo produttore Boss Doms presentano stasera all’Alcatraz “La morte del cigno”