Pazzi per frutta e verdura Consumi in aumento

  • Consumi

Mai cosi tanta frutta e verdura sulle tavole degli italiani da inizio secolo con un aumento dei consumi per un quantitativo pari a circa 8,5 milioni di tonnellate nel 2017, superiore del 3% all'anno precedente. E' quanto stima la Coldiretti nell'evidenziare la decisa svolta salutistica favorita anche da nuove modalità di consumo. Se le mele sono il frutto più consumato dagli italiani al quale vengono unanimemente riconosciute proprietà salutistiche al secondo posto ci sono le arance il cui apporto vitaminico è un validissimo alleato contro le malattie da raffreddamento e l'influenza che ha messo a letto già 4 milioni di italiani.

Patate e pomodori. Tra gli ortaggi salgono invece sul podio dei preferiti dagli italiani nell'ordine le patate, i pomodori e le insalate. Con una netta inversione di tendenza rispetto al passato, l'andamento positivo dei consumi è spinto soprattutto alle preferenze alimentari dei giovani che fanno sempre più attenzione al benessere a tavola. Il risultato - sottolinea la Coldiretti - è che la frutta e verdura è la principale voce di spesa degli italiani per un importo di 102,33 euro a famiglia, pari a circa 1/4 del totale (23%). Il cambiamento degli stili di vita ha fatto lievitare la domanda di cibi più genuini come l'ortofrutta, che ha conquistato la base della piramide alimentare, con un consumo consigliato di almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. 

Articoli Correlati

Vacanze, al ristoranteè record di spesa

Nei mesi estivi investiti più soldi per cibo che per alloggi: ben 17 miliardi

Gas e luce da luglioarriva la stangata

Pronto a scattare un aumento dei prezzi per le tensioni internazionali e l'aumento della quotazione del petrolio

Crescono le tredicesimema il Natale resta austero

Secondo Confcommercio le famiglie avranno a disposizione 1.497 euro da destinare ai consumi nel mese di dicembre