Storie e musiche dal Mediterraneo

  • La Med Free Orkestra/Tamara Casula

ROMA Fare incontrare realtà e mondi diversi e distanti, farli comunicare fra loro attraverso la musica e l’arte, cercando di coinvolgere anche il pubblico presente nello scambio con gli artisti sul palco. Questo l’obiettivo principale dell’Esperanto Fest, festival ideato e diretto da Francesco Fiore, fondatore e leader della Med Free Orkestra, articolato in una serie di appuntamenti che si terranno fino a maggio a ‘Na Cosetta.
Filo rosso del festival sono i racconti e le storie dedicati al Mediterraneo in tutte le sue sfaccettature, focalizzando l’attenzione sulla forma spettacolo più vicina alla narrazione di storie che riguardano il Mare Nostrum.

Domani sera (dalle ore 22) il palco del club del Pigneto ospiterà un incontro con alcuni rappresentanti di due grandi Ong impegnate nella difesa dei diritti umani, vale a dire Amnesty International, che racconterà la battaglia sui diritti nei paesi del Mediterraneo dalla Libia all’Algeria, e Intersos, che parlerà dei soccorsi nel mar Mediterraneo e nel deserto del Sahara in aiuto dei migranti. I vari interventi si alterneranno alla musica live della Med Free Orkestra, che si esibirà in una formazione ridotta con vari ospiti a sorpresa.

 

STEFANO MILIONI