Due scoppi per il gas 9 feriti nell'hinterland

  • Milano

Due esplosioni  nel giro di poche ore hanno scosso l’hinterland milanese. La prima alle 5 del mattino in via Villoresi a Sesto San Giovanni: lo scoppio causato da una fuga di gas nell’appartamento al quinto piano di un 73enne ha provocato sei feriti lievi, tra cui un bambino. Due appartamenti sono andati distrutti.  Verso le 11.30 si è verificato un nuovo crollo di detriti, e i soccorritori, impegnati a rimuovere le macerie della notte, sono riusciti a spostarsi in tempo. Sono 18 gli sfollati e 12 le famiglie coinvolte, anche di palazzi vicini a cui il Comune di Sesto ha trovato un ricovero provvisorio.
Più grave il bilancio dell’incidente di Rozzano per la deflagrazione, alle 10, di una caldaia esterna al kartodromo di via Curiel, che ha distrutto parte della pista, la struttura di un unico piano adibita a uffici e un piccolo appartamento occupato dal custode, gambiano di 47 anni. In casa c’era  anche un ospite, connazionale di 55. Entrambi sono stati portati in gravi condizioni all’Humanitas: uno ha ustioni sul 40% del corpo e fratture della teca cranica, l’altro sul 20%. Ferito e ustionato un altro dipendente, un italiano di 54 anni ricoverato a Niguarda.

Articoli Correlati

Nuovo look nel 2019per i terminal dei bus

Rioqualificazione di San Donato e Lampugnano

Lasciati soliin ospedale

Rifiutati dai parenti, senza risorse: 50 casi monitorati nel registro dei casi sociali. L’Ats: «Una soluzione c’è»