Piccoli schermi, grandi maggiordomi

  • smart display

Dal Ces di Las Vegas, una delle più importanti fiere di tecnologia del mondo insieme al Mobile World Congress in arrivo a fine febbraio, sembra saltata fuori una nuova categoria di prodotti: quella degli smart display. A dire il vero un apripista c’era stato già la scorsa primavera: l’Echo Show di Amazon con l’assistente virtuale Alexa integrata. Ma se è vero che quel che passa dalla “sin city” del Nevada entra poi a gamba tesa nelle tendenze tecnologiche dei mesi seguenti, c’è da scommettere che a breve anche le nostre abitazioni saranno puntellate di questi piccoli dispositivi. Di cosa si tratta? Né più né meno che di una via di mezzo fra un tablet, uno smartphone, un tv e una supersveglia. Sorta di maggiordomi da salotto o da cucina da attivare con la voce e in grado di supportarci nelle incombenze quotidiane. C’è per esempio quello di Lenovo, con uno schermo touch da 8 o 10 pollici ed equipaggiato dell’Assistente di Google, in arrivo la prossima estate a 250 dollari. Come gli altri può riprodurre musica, leggere il calendario, trovare le previsioni meteo, raccontarci le notizie e molto altro. Oppure quello di Jbl, Link View, pure questo forte dell’intelligenza artificiale di Big G, con un display interattivo ovale da 8 pollici, una fotocamera da 5 Megapixel e due altoparlanti stereo da 10W: integra Google Cast e resiste agli spruzzi d’acqua. Il software sembra orientato soprattutto alla cucina. Il colosso di Mountain View ha d’altronde lanciato una serie di accordi per traghettare il suo assistente sul più ampio numero di speaker e, appunto, video speaker possibile. Anche LG e Sony dovrebbero presentarne a breve. Intanto, prima di tutti, potrebbe arrivare niente meno che Facebook: il social network dovrebbe svelare a maggio il suo Portal. Un dispositivo da casa, dotato di riconoscimento facciale, che dovrebbe servire anzitutto alle videochat e poi a spaziare fra contenuti di ogni tipo.

SIMONE COSIMI

 

HP Spectre 13 ed e360

Cerchi un portatile ultrasottile, elegante e potente? HP ha svelato i rinnovati Spectre 13 ed e360. Per il primo processore i5 (anche i7), 8 GB di RAM e hd stato solido da 256 GB. Per il secondo – che è un convertibile, diventa un tablet – oltre a simili specifiche c’è l’autonomia: fino a 16,5 ore per il modello Full HD e a 10 ore per quello 4K. Arrivano in autunno, costeranno 1.499 e 1.399 euro.

 

Sony AF8 4K Hdr

Sony espande la gamma Bravia Oled per mettere a disposizione di un target più ampio modelli di tv all’avanguardia e di fascia premium. L’AF8, un Android Tv, sfoggia il processore d’immagine 4K HDR X1 Extreme di Sony e la tecnologia Acoustic Surface per deliziare anche le orecchie. Disponibile in 55 e 65 pollici. Prezzo da definire, sopra i 5mila euro.

 

Sennheiser HD 820

Nuove cuffie stereo dinamiche chiuse di tipo circumaurale di altissimo livello. Perfette per gli audiofili più accaniti e prodotte in Germania, definiscono un nuovo standard di qualità del suono per questo genere di dispositivi. Parte dell’efficacia si deve al rivestimento in vetro sopra ognuno dei trasduttori. Arrivano in estate, costano 2.399 euro.