Pallotta adora il calcio ma Strootman finisce sul mercato

  • Calcio

CALCIO Pensa allo stadio («al nuovo Colosseo»), James Pallotta. E sogna, ovviamente. Poi, di contorno, c’è anche il mercato. Perché da una squadra vincente non si può prescindere. Ieri, a Londra in occasione del “Leaders Sport Business Summit”, il n°1 ha confessato che «Fino a cinque anni fa pensavo che il calcio fosse orribile. Ora sono fuori di testa». Potere dei soldi, verrebbe da precisare/obiettare. Dopo di che, amici come prima perché “business is business”: «Ci sono tre miliardi di tifosi nel mondo e io vorrei che l’1% avesse la Roma come secondo team preferito. Significherebbe avere 30 milioni di fan». Servono anche i giocatori, comunque. Ma il mantra è : prima vendere e poi comprare. Tra i cedibili (a sorpresa), anche Kevin Strootman (piace a Liverpool e Marsiglia) e Stephan El Shaarawy, troppo alterno per l’ennesima volta in carriera.

DOMENICO LATAGLIATA

Articoli Correlati

De Rossi: «Il ritironon è lontanissimo»

Il capitano della Roma si confessa. Si vede allenatore. «Non sarò mai un peso»

Roma, allerta infermeriama l'attacco adesso vola

De Rossi, Kolarov, Pastore quasi certamente salteranno la gara con la Spal. Buone notizie dalla Nations League: Dzeko ha toccato quota 300 gol in carriera

Juventus-Genoabianconeri a caccia di record

Se la squadra di Allegri battesse il Grifone eguaglierebbe il record di Capello di nove gare vinte consecutivamente