Ecco perché mi dichiaro orfano politico

  • CARLO BARBIERI

I miei amici lo sanno: mi dichiaro “orfano politico” perché da un pezzo non riesco a trovare un partito degno di fiducia. Appena ce n’è uno che mi pare dica qualcosa di sensato, subito salta fuori ogni sorta di porcheria. Per non parlare poi di quello che succede quando si entra in campagna elettorale. Scontri a base di accuse, slogan, battutacce – roba che una volta per molto meno ci si sarebbe presi a cazzotti. E bugie, tante bugie, enormi, spudorate, sparate contando sulla scarsa memoria della gente, e forse anche sulla sua stupidità. Ed è proprio il modo con cui ci prendono per cretini che mi fa arrabbiare: si capisce che, sotto sotto, i politici hanno una scarsa opinione degli elettori, e dedicano tutte le loro energie a prenderli scientificamente per il “naso”. Tornando all’orfanitudine, confesso che a un certo punto ho guardato al M5S con la speranza del naufrago che vede un salvagente. Poi mi ha deluso anche lui: prima con la gestione del mio Municipio a Roma (li avevo votati!), poi con la faccenda delle firme false nel 2012 a Palermo, che conosco bene perché la Digos convocò una mia parente strettissima per riconoscere la firma, che risultò falsa (io ero in Questura con lei); e infine con la risposta-shock di Fico in un dibattito: richiesto se il M5S fosse pro o contro l’Euro, dopo una serie di non-risposte, se ne uscì con un "chiederemo al web". Al weeeb? Ma come, su un argomento così complesso loro “chiedono al web”, come se si trattasse di votare a Sanremo o al Grande Fratello? Meno male che adesso Di Maio ha deciso: il M5S non è più anti-Euro. "Per l'Italia non è più tempo di uscire dall'euro", ha dichiarato. Mi scusi, e se fossimo usciti dall’Euro per colpa sua quando pensava che fosse una bella idea, oggi ci direbbe “Vabbé, un piccolo errore”? E sulle cose su cui dice di aver le idee chiare oggi, se va al governo succederà che fra qualche anno ci dirà “Vabbè, un piccolo errore”?

Niente da fare ragazzi, rimango orfano politico.

Un orfano che vuole continuare però a votare anche se i partiti ce la mettono tutta per farmi astenere. Sapete una cosa? Forse voterò quello che ha il coraggio di promettere meno. Secondo me è più serio.

Articoli Correlati

Se per guidareserve la patente...

L'opinione di Carlo Barbieri

Il futuro...appena domani

L'opinione di Carlo Barbieri

I batterinel carrello

L'opinione di carlo barbieri