Berlusconi gela Maroni e tiene in sospeso Fontana

  • Milano

REGIONE Attilio Fontana, proposto dalla Lega, resta in sospeso. Maria Stella Gelmini, proposta da Forza Italia, resta in pista. Il centrodestra, dopo la rinuncia di Maroni, non ha ancora scelto il candidato-presidente alle regionali del 4 marzo (in concomitanza con le politiche). Berlusconi, ieri a Radio Capital, ha detto: «Stiamo valutando la proposta della Lega, anche sondaggi alla mano, per la candidatura di Fontana, che da sindaco di Varese è stato apprezzato. Stiamo attendendo i sondaggi per vedere quali sarebbero i risultati di uno scontro Gori-Fontana o di uno scontro tra Gori e una nostra candidatura, che può essere Maria Stella Gelmini». Berlusconi ha anche detto, a proposito di Maroni, che si era «messo a disposizione», che «è impensabile che si possano ipotizzare per lui dei ruoli politici e tantomeno nel governo». E Salvini rincara: «Se lasci un incarico in Regione Lombardia non puoi fare altro». Maroni ha risposto: «Non mi candido a nulla e non ho chiesto nulla». Da registrare, infine, una acida polemica tra FI e Stefano Parisi. Dice Parisi (com cui Sgarbi vorrebbe unirsi) che «dietro le motivazioni espresse da Maroni non ci sono ragioni personali, ma un disegno politico di Forza Italia contro la Lega». Romani (FI): «Non merita una risposta».

METRO

Articoli Correlati

A Milano un registro per i richiedenti asilo

Un modo per aggirare il decreto sicurezza che ha tolto l'iscrizione anagrafica

In 439 al concorso nessuno supera la prova

Resta vacante il posto di radiologo al Policlinico

Lombardi ad un passo dall'autonomia regionale

Sarà secessione dei ricchi? Per il leghista Corbetta no