Muore a quattro anni dopo un volo di cinque piani

  • Roma

ROMA Ha trovato la finestra socchiusa, l’ha spalancata, e dopo essersi arrampicato sul termosifone è precipitato nel vuoto. Il piccolo Giovanni, di appena 4 anni, è volato dal quinto piano. La sua vita si è spezzata ieri pomeriggio sull’asfalto ai piedi del condominio in via Padre Romualdo Formato, a Spinaceto.

La tragedia si è consumata nei pochi istanti durante i quali il papà del bambino era nella stanza accanto a quella dove il figlio stava giocando. Una manciata di secondi fatali, il genitore non staccava mai gli occhi dal bimbo, al quale era stata diagnosticata una forma di autismo.

Forse il piccolo potrebbe essere stato attratto da un addobbo natalizio sistemato su un balcone attiguo alla finestra. Il papà si è accorto quasi all’istante dell’incidente, notato anche da alcuni passanti. In molti hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono accorsi i carabinieri della compagnia di Pomezia e della stazione di Tor De Cenci, il 118 ha inviato un’eliambulanza: all’arrivo dei primi soccorsi Giovanni era ancora vivo, ma è spirato dopo ripetuti e disperati tentativi di rianimarlo. I medici hanno dovuto soccorrere anche il padre, colto da un malore. Al momento dell’incidente la mamma del piccolo era andata a prendere l’altra figlia a scuola. Anche per la donna è stato necessario l’intervento dei medici.

Chi indaga propende per l’ipotesi dell’incidente, anche se sarà necessario aprire un fascicolo di indagine sull’accaduto. Già oggi dovrebbe svolgersi l’autopsia del piccolo. La morte del bambino colpisce una famiglia che si è sempre spesa con tutte le forze per accudirlo. La madre aveva smesso di lavorare per stargli accanto. Il padre, quando non lavorava come allenatore di basket, era sempre con lui.

PAOLO CHIRIATTI

Articoli Correlati

Cane cade nel pozzosalvato dai pompieri

Il cane da caccia era precipitato in un pozzo romano di almeno 15 metri

Insetti nella farinachiuso un forno a Navona

Carenze igienico sanitarie hanno portato alla chiusura di un forno

Sassi dal campo romper rapinare automobilisti

I quattro responsabili residenti presso il campo nomadi di Castel Romano