"L'Ufo non era terrestre" La testimonianza del top gun

  • ufo

Usa Ci sono oggetti volanti che circolano tra noi? Le ultime rivelazioni statunitensi continuano a destare scalpore per il materiale prodotto dalla commissione del Pentagono che studiò il caso fino al 2012 e per la fonte delle notizie, addestrati top gun della Marina americana. Uno dei quali è tornato sull’avvistamento del 14 novembre 2004 al largo di San Diego: «Era un oggetto reale, esiste e io l’ho visto». Soprattutto, era «qualcosa che non proveniva dalla Terra». Ha ribadito il suo convincimento l’ex pilota della US Navy David Fravor. Fravor, che ha da tempo concluso la sua carriera di pilota militare, è stato intervistato telefonicamente dal Washington Post e non ha reticenze nel raccontare quanto vide 13 anni fa, quando si trovava ai comandi del suo F/A-18 Hornet a circa 60-100 miglia al largo della costa californiana, tra San Diego e Ensenada, in Messico. Nel corso dell’esercitazione, a Fravor, che comandava una squadriglia di F-18, fu ordinato di dirigersi a circa 60 miglia a ovest dalla sua attuale posizione. Il comando lo informò che erano stati individuati degli oggetti volanti che scendevano da una quota di 24 mila metri fino a 6 mila metri e poi scomparivano. Il comando lo informò anche che nelle ultime settimane erano stati tracciati circa una ventina di questi oggetti. Quando Fravor arrivò nei pressi del punto indicato, vide l’oggetto che volava attorno a una zona d’acqua, al di sopra dell’oceano. «Era bianco e aveva la forma di una mentina, delle stesse dimensioni di un Hornet, lungo 12 metri, senza ali». L’oggetto se ne stava «fluttuante vicino all’acqua», ma non produceva sull’acqua alcuna turbolenza tipica delle pale di un elicottero. «Mentre mi avvicinavo -racconta ancora Fravor - ha accelerato ed è scomparso. Più veloce di qualsiasi cosa abbia mai visto in vita mia». «Non sono pazzo, non avevo bevuto. Diciamo che dopo 18 anni di volo ho visto quasi tutto quello che si può vedere, e quello non era nulla di minimamente vicino», ha sottolineato.
Questo avvistamento e le relative immagini rientrano nel programma, denominato Advanced Aviation Threat Identification, operativo tra il 2007 e il 2012. Luis Elizondo, ex capo della divisione sugli Ufo, ha detto a CNN: «Credo personalmente che ci siano prove molto precise che potremmo non essere soli». Secondo il Washington Post, le ricerche del Pentagono sarebbero ancora in corso. 

OSVALDO BALDACCI

Articoli Correlati

New York attira Ufo184 avvistamenti in 9 mesi

La Grande Mela attira gli Ufo: nei primi 9 mesi dell’anno si sono registrati ben 184 avvistamenti sopra il cielo di New York

Pentagono, task forceper studiare gli Ufo

Una divisione per studiare gli Ufo avvistati dai militari Usa. E' quello che prepara il Pentagono

Oggetti e palle di fuocoMistero nel Nord Italia

Avvistamenti e strane "cadute" di oggetti alimentano il mistero: nella notte tra 31 maggio e 1 giugno