Argento tace su Weinsten e parla di Dennis Hopper al Tff

  • Torino/Cinema

TORINO Nella sua prima uscita pubblica in Italia dopo lo scandalo Weinstein, Asia Argento è arrivata al cinema Massimo di Torino — una delle sedi principali del Torino Film Festival — ma non ha aperto bocca sulla vicenda nonostante l’attesa di una folla di giornalisti.  Accanto a Manuela Martini, direttrice del Festival, ha presentato la rassegna cinematografica Amerikana, antologica sulla cinematografia Usa, elogiando  Dennis Hopper, attore, regista e sceneggiatore morto nel 2010, che Asia ha definito «maestro, amico e mia fonte di ispirazione» di cui ha scelto  “Out of the blue”.

Fino a sabato mattina sarà lei ad essere la guest director. Oggi sarà la giornata clou. La Argento, infatti, con Bertrand Bonello, Emma De Caunes e Joana Preiss sarà alle 17,45, sempre al cinema Massimo per dar vita alla performance “Trabalho de Concentraçao”, tra musica, danza, arte e moda ispirato alla stilista Ludovica Amati. 
Ma l’attrice e regista ha già diffuso il suo diktat: no ai fotografi né agli operatori in sala.

METRO

Articoli Correlati

Liang Xuan apre Cartoons on the Bay

L'inaugurazione è affidata all’anteprima di “Big Fish & Begonia”, il cartoon diretto dal regista cinese

Il Torino Film Festivaltorna alla Mole Antonelliana

Dal 24 novembre al 2 dicembre il TFF presenterà 134 lungometraggi, 10 mediometraggi e 25 corti