Con Ghemon il rap si canta a “Mezzanotte”

  • Milano/Musica

MILANO È un rapper particolare, che col tempo ha saputo rinnovare il suo stile, caratterizzato da temi profondi, contaminazione di generi e rime molto curate, come nell'apprezzato album “ORCHIdee”, uscito tre anni fa.

Ora Ghemon va oltre e con “Mezzanotte”, suo nuovo cd, si cimenta anche nella composizione delle musiche e accentua le parti cantate. Il risultato è una proposta più immediata e adulta, capace di coinvolgere un pubblico più vasto. Come capita nel tour che parte con un doppio “tutto esaurito”, domani e venerdì, al Santeria Social Club.

Se preferite il rock internazionale, all'Alcatraz appuntamenti dal sapore vintage.

Stasera toccherà agli svedesi Europe, paladini di un hard&heavy anni ‘80 dal piglio melodico, spesso contaminato dal pop, come nel loro più grande successo, “The Final Countdown”.

Domani arriverà invece il vecchio leone Alice Cooper col suo Grand Guignol del rock, ma con ironia.

In alternativa, stasera il Magnolia propone l'elettronica degli Holy Fuck, mentre al Blue Note, oggi e domani, largo al cabaret swing delle Puppini Sisters.

DIEGO PERUGINI

Articoli Correlati

Paolo Conteper l’AIRC e Jazzmi

L’avvocato astigiano sarà agli Arcimboldi per due live di cui uno per la ricerca contro il cancro

Samba-trap firmatoda Achille Lauro

Il rapper con il suo produttore Boss Doms presentano stasera all’Alcatraz “La morte del cigno”

L’Ensemble of Chicago apre Jazzmi 2018

Per l’edizione 2018 concerto al Teatro dell’Arte, quartier generale del festival