Sempre meno figli anche dagli stranieri

  • Famiglia

ROMA In Italia nascono sempre meno bambini e il calo non incide solo sulle coppie di italiani ma anche sui genitori stranieri. Lo conferma il report dell’Istat su «Natalità e fecondità della popolazione residente». Nel 2016 sono nati 473.438 bambini, oltre 12 mila in meno rispetto al 2015. Nell’arco di 8 anni (dal 2008 al 2016) le nascite sono diminuite di oltre 100 mila unità. Il calo è attribuibile principalmente alle coppie di genitori entrambi italiani, ma diminuiscono le nascite anche da genitori stranieri e nel 2016 per la prima volta sono sotto quota 70 mila. Tra i nati stranieri, al primo posto si confermano i romeni (15.417 nel 2016), seguiti da marocchini (9.373), albanesi (7.798) e cinesi (4.602).

Meno primogeniti

La fase di calo della natalità avviatasi con la crisi è caratterizzata da una diminuzione soprattutto dei primi figli. Nel 2016 il numero medio di figli per donna è sceso a 1,34 (1,46 nel 2010). La diminuzione delle nascite registrata dal 2008 è da attribuire interamente al calo dei nati all’interno del matrimonio: nel 2016 sono solo 331.681 (oltre 132 mila in meno in 8 anni). Effetto legato, in parte, al forte calo dei matrimoni, che hanno toccato il minimo nel 2014. Ma, almeno su questo, la tendenza sembra essere cambiata e gli italiani tornano a sposarsi: dal 2015 i matrimoni hanno ripreso ad aumentare (+4.612 rispetto all’anno precedente) e la tendenza si è accentuata nel 2016 (+9 mila), anno in cui è stata di nuovo superata la soglia delle 200 mila celebrazioni.

Se son figli nasceranno

Il legame tra nuzialità e natalità è ancora molto forte nel nostro Paese: nel 2016 il 70% delle nascite è avvenuto all’interno del matrimonio. Secondo gli esperti ci si può quindi attendere a breve termine un ridimensionamento del calo delle nascite dovuto all’aumento dei matrimoni. In effetti i dati provvisori riferiti alle nascite nel periodo gennaio-giugno 2017 segnalano un recupero.

METRO

Articoli Correlati

Divorzio, l'assegnoricambia così

Le sezioni unite civili della Cassazione: «Bisogna tenere conto dell’apporto dato da ciascun coniuge alla vita familiare comune»

Gay, Tiziano Ferrocontro ministro Fontana

Il cantante: «Non voglio sostegno ma non voglio sentirmi invisibile»

Doppia mamma con timbrosvolta storica a Torino

Per la prima volta trascritto all'Anagrafe un figlio nato in Italia con entrambi i genitori dello stesso sesso