Agenzia del farmaco Oggi il verdetto

  • Milano

Oggi nel tardo pomeriggio, tra le 18  e le 19,  sapremo il “verdetto” sulla futura destinazione dell'Ema, l’agenzia europea dei farmaci che deve lasciare Londra a causa della Brexit; Milano è tra le favorite per la nuova sede - che porta con se 3000 posti di lavoro - tra 19 concorrenti. La decisione sarà presa a Bruxelles dai 27 ministri degli Affari europei con una procedura di voto segreto complicatissima, che comincerà subito dopo pranzo: prevede fino a tre turni di voto consecutivi, con eliminazione successiva dei meno votati. In caso di pareggio, ci sarà un sorteggio effettuato dalla presidenza estone del Consiglio Ue.
 Milano dovrà vedersela con temibili concorrenti come Amsterdam, Vienna, Copenhagen e Bratislava che punta sul fattore geografico (la Slovacchia, al pari di altri quattro Paesi, non ha alcuna agenzia Ue). Proprio Bratislava fino a qualche giorno fa sembrava la più seria concorrente di Milano, ma è indebolita dal mancato endorsement della Germania, dopo che il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel ha detto che il capoluogo lombardo sarebbe “una eccellente sede” per l’Ema.  L’esito è incerto anche per i bookmakers inglesi di Ladbrokes.
 Si sceglierà anche la sede dell'Autorità bancaria europea (EBA), anch’essa finora a Londra. In questo caso la città favorita è Francoforte.

Articoli Correlati

L'Oasi del clochard chiudeL'appello di Furlan dei City Angels

Esperimento unico in Europa sotto sfratto

Sala scrive ai milanesi«Aumento Atm per il futuro»

Dopo il muro contro muro Regione verso l’accordo tariffario

I nostalgici del Meazza già sul piede di guerra

Sala: «Ne discuterà il consiglio comunale»