Il Brasile canta con Maria Gadù

  • Roma/Musica

ROMA «Maria Gadù è un evidente fenomeno di popolarità, una persona con un'autentica vocazione per la musica. La prima volta che l'ho vista sono rimasto abbagliato e quando ha iniziato a cantare è stata spettacolare». Così Caetano Veloso racconta il suo incontro con l'arte di Maria Gadù, una delle voci di punta della nuova musica popolare brasiliana, in concerto sabato alle 21 al Parco della Musica.

La cantante paulista ha iniziato giovanissima a imbracciare la chitarra tra i bar della sua città e a 22 anni ha frmato un contratto discografico per realizzare il suo primo omonimo album.

Del disco fa parte il singolo “Shimbalaie”, scritto dalla Gadù all'età di 10 anni, brano con cui si è fatta conoscere in tutto il mondo (in Italia è rimasto al primo posto delle classifiche per cinque settimane).

Nel corso della sua carriera ha collaborato con alcuni dei più importanti artisti brasiliani, da Caeatno Veloso a Gilberto Gil, da Milton Nascimento a Ivan Lins. Sarà sul palco con tutti i suoi successi e riletture di classici di autori e cantanti tra cui Veloso, Buarque, Gil, Monte. Info: 0680241281

STEFANO MILIONI

Articoli Correlati

I Chemical Brothers a Rock in Roma

Ed Simons e Tom Rowlands in cncerto questa sera all’Ippodromo delle Capannelle

A Villa Ada il livedei Gogol Bordello

Domani in concerto la band gipsy-punk per la rassegna “Roma incontra il Mondo”

«Amo comporre musica e oggi uso GarageBand»

Suzanne Vega sarà stasera alla Casa del Jazz