I piccoli cani guida cercano una famiglia

  • MINALO/CANIGUIDA

ANIMALI Ci sono due dozzine di splendidi cuccioli che cercano una casa. Temporanea. Sono gli ultimi arrivati nella nursery del Servizio cani guida dei Lions di Limbiate, la Onlus che dal 1959 alleva e addestra gli amici di molti non vedenti italiani. Attenzione però, i piccolini cercano famiglie disposte ad amarli, educarli e farli socializzare, ma solo per un periodo limitato di tempo - circa 10 mesi -, cioè dallo svezzamento al primo anno di età. Poi dovranno fare ritorno al centro, dove inizieranno il percorso di addestramento per poi essere affidati in comodato d’uso a uno dei 169 non vedenti in attesa di un cane guida.

Affido, socializzazione e restituzione (che può essere dolorosa, bisogna dirlo) è il percorso previsto dal programma “Puppy Walker” quello previsto per  le famiglie volontarie che decideranno di farsi carico dei piccoli. Oggi sono circa 35, ma ne servono entro dicembre almeno altrettante, visto che la scuola dovrà provvedere a circa 80 cuccioli da qui a fine 2018. Circa la razza, i cani – tutti di nobile genealogia, non per snobismo, ma perché devono essere in perfetta salute, visto che addestrare un cane guida costa 25 mila euro – sono  Labrador, Flat Coated Retriever e Collie. Da parte sua, il centro provvederà a tutte le spese per il loro mantenimento, a quelle veterinarie e visiterà periodicamente le famiglie per accertarsi dei progressi compiuti dal cucciolo. Naturalmente gli aspiranti dovranno passare una selezione, durante la quale saranno scartati quanti non hanno abbastanza tempo da dedicare al cucciolo, o vogliono solo provare l’esperienza di  un quadrupede in casa. A oggi, il centro Lions di Limbiate ha  addestrato e affidato 2090 cani e ne forma circa 50 ogni anno. 
Info: www.caniguidalions.it,  02 9964030. Andrea Sparaciari