De Rossi: ciao Nazionale e l'azzurro è più sbiadito

  • Calcio

CALCIO Saluta l’azzurro anche “capitan futuro”. Ovvero Daniele De Rossi, arrivato a quota 117 presenze (il quarto di sempre), campione del mondo, vice campione d’Europa, oro all’Europeo Under 21 e bronzo olimpico. Chiude con l’amaro in bocca, protagonista anche di uno scambio di vedute con il ct Ventura nel corso del quale “suggerisce” di fare entrare Insigne, rinunciando all’eventuale ruolo di salvatore della patria calcistica: «Volevo entrare, ovviamente, ma soprattutto volevo passare il turno. Per me la maglia azzurra è stata una seconda pelle, come quella della Roma. Sono 17 anni che giro per Coverciano». The end, invece. Pure per lui.

D.LAT.

Articoli Correlati

De Rossi: «Il ritironon è lontanissimo»

Il capitano della Roma si confessa. Si vede allenatore. «Non sarò mai un peso»

Roma, allerta infermeriama l'attacco adesso vola

De Rossi, Kolarov, Pastore quasi certamente salteranno la gara con la Spal. Buone notizie dalla Nations League: Dzeko ha toccato quota 300 gol in carriera

Juventus-Genoabianconeri a caccia di record

Se la squadra di Allegri battesse il Grifone eguaglierebbe il record di Capello di nove gare vinte consecutivamente