Alla fine il ct Ventura pagherà tutto il conto

  • Calcio

CALCIO Gian Piero Ventura per non molla.  Al momento infatti il ct non ha ancora comunicato alla Figc le sue eventuali dimissioni dopo il pari contro la Svezia che è costato all’Italia la mancata qualificazione a Russia 2018. La riunione fissata oggi  (ore 16), in via Allegri dal presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, deciderà probabilmente anche il destino dello stesso Ventura. Molte le critiche piovute addosso al ct per non avere immediatamente fatto un passo indietro. Per Pierpaolo Marino ex ds di Napoli e Roma: «Squallido negoziare le proprie dimissioni». Nubi nere anche su Carlo Tavecchio n° 1 della Figc:  «Ho sentito Tavecchio, mi ha detto che ha convocato un incontro con i rappresentanti delle sue componenti e voleva confrontarsi . È padrone di assumersi le responsabilità. Se fossi Tavecchio mi dimetterei» ha sibilato il presidente del Coni Giovanni Malagò, duro anche su Ventura: «È stata una scommessa persa...». E  su Tavecchio si allunga l’ombra di Demetrio Albertini a meno che  proprio il capo della Figc non resti aggrappato con le unghie e con i denti alla poltrona. Paradossalmente sarà più semplice sostituire l’allenatore (peraltro in scadenza) piuttosto che il presidente federale. «Non ci sarà un commissariamento» - su questo punto Malagò è stato lapidario. Dura presa di posizione anche dal ministro dello Sport, Luca Lotti: «Il calcio va riformato e vanno prese delle scelte che negli anni passati non si è avuto il coraggio di prendere».

C.CR.

Articoli Correlati

Due morsi del mambae l'Atalanta finisce ko

Con una doppietta di Icardi l’Inter batte anche la Dea. Ma ai nerazzurri manca ancora qualcosa

La Roma di Di Francescoora fa davvero paura

L’allenatore ha conquistato una piazza difficile come quella giallorossa, ma soprattutto ha in mano il gruppo. Questa squadra è capace di vincere soffrendo

La Samp non fa scontiJuventus al tappeto

I blucerchiati vincono a Marassi contro il team di Allegri. I bianconeri sotto di tre gol ne segnano due nel recupero